il laboratorio

"alla domenica avevo libero accesso all'officina, allora io e la materia
profumavamo delle medesime essenze e il rumore assordante delle macchine
era una tempesta attraverso la quale trovare un varco per acque pi¨ calme.
Nel silenzio, infine, dal legno di noce, oppure solo di abete o di larice
emergeva lo scafo ancora chiaro della mia creatura: i tesori sono sempre nascosti
dentro a qualcosa. Oppure per sempre nelle misteriose profonditÓ del mare"

 

spazi per lavori in corso


Mio sono mare (dove non finisce il mare)

Frammenti di poesia

Frammenti di scrittura

Lettere dalle Americhe (collettivo)

Fantabyte

Cronache da Canepa

Aforismi

Dialoghi @ quotidiani (pubblico)

La mia piccola odissea (Andrea Guelfi)

Ritratti

Link - Preferiti - Recensioni Matleena: una favola per bambini nell'animo

MyPotStilL